L’Algeria, un mistero

31 Dicembre 2018
By
L’Algeria, un mistero

di Enrico La Rosa Negli ultimi anni si è decisamente incurvata verso il basso la parabola dell’Algeria. Una durissima guerra di liberazione; un trentennio di crescita sociale ed industriale accompagnati dal riordino politico e dall’edificazione delle strutture portanti democratiche (Costituzione, Organi rappresentativi, partiti, stampa, organizzazione sociale, statale e sindacale); un decennio sanguinoso, iniziato attraverso una precoce “primavera”, successivamente virata verso un duro terrorismo che ha fatto 200.000 vittime, la pacificazione generale attraverso il percorso della “concordia civile” imposta dal Presidente Bouteflika. Infine, la pace ed il boom economico spinto dal rialzo del costo degli idrocarburi, unica fonte di ricchezza nazionale. La progettazione e realizzazione di grandi infrastrutture e di lavori pubblici, il proliferare di piccole imprese, il rifiorire della società e la vincita della scommessa della modernizzazione del Paese e della diffusione intensiva dell’inglese come lingua negli scambi internazionali della pubblica amministrazione, sicuro investimento per il futuro. Tuttavia, nessun forte acuto nella sua politica estera. Molta regolarità, ma nessun picco. Partecipazione a forme di collaborazione internazionale e bi-multilaterale, 5+5, e così via, ma nessun ruolo emergente, mentre tutti i Paesi vicini non perdono occasione per entrare nelle trattative per la “sistemazione” delle crisi regionali. Inoltre, strisciante nella società il peso e l’ombra

Read more »

Libia, qualcosa bolle in pentola

21 Dicembre 2018
By
Libia, qualcosa bolle in pentola

di Luigi R. Maccagnani Era stato annunciato da diverse testate giornalistiche, una nuova riunione dei ministri esteri e difesa di Libia, Sudan, Chad e Niger –da tenersi a Niamey il 14 dicembre- per affrontare il problema sicurezza e terrorismo nell’area del confine comune con infiltrazioni e attentati AQMA (Al Qaeda nel Magreb Arabo) ed ISIS, con la supposta partecipazione di gruppi militari privati. Commenta Mubarak M. Musa, opinionista del Sudan Vision Daily: “i paesi a sud del confine libico sono pronti ad accettare il guanto di sfida: se vuoi una cosa fatta bene, falla tu stesso”. In realtà, ad oggi, non si è vista alcuna dichiarazione sull’avvenuta riunione, non un accenno sul sito UNSMIL, o sui giornali dei paesi menzionati, neanche del suo eventuale annullamento. Certo, dopo 4 anni di severi problemi di sicurezza e la mancanza di uno “stato”, come richiesto a voce alta della popolazione riunita a Piazza dei Martiri a Tripoli dopo gli scontri a fuoco tra le varie milizie del tripolitano, la fiducia nelle istituzioni internazionali nel trovare una “soluzione politica” alla crisi è definitamente crollata. Il rappresentante ONU, Ghassan Salamé, accusa il parlamento di Tobruk, da una parte, e l’Alto Consiglio di Stato del GNA,

Read more »

Il “femminile” della penisola araba di “Polis” e le donne algerine

16 Dicembre 2018
By
Il “femminile” della penisola araba di “Polis” e le donne algerine

Venerdì 23 novembre alcuni soci di OMeGA hanno avuto il privilegio di assistere alla dotta conferenza dell’Amb. Mario Boffo, offerta nell’ambito del corso di formazione “Polis” presso la Libera Università di Roma, in viale Giulio Cesare. Il modulo formativo era intestato al contesto mediterraneo e la prolusione di Boffo si è prevalentemente soffermata sull’ormai incancrenita guerra Saudo-Yemenita e sulla condizione della donna nella penisola araba (titolo: “Mediterraneo: il femminile e le sfide del Golfo (Arabia Saudita e Yemen”). Interessanti ed estremamente istruttivi entrambi gli aspetti trattati, resi ancora più interessanti da un eloquio discorsivo ed ammaliante. L’occasione è stata utile per farci tornare alla mente un articolo di omeganews.info sulla donna algerina del 2013 (http://www.omeganews.info/?p=2216), che mantiene intatta la sua validità dopo appena 5 anni! Ve lo riproponiamo non solo e non tanto per l’interesse del tema, ma anche perché, all’epoca, si colse l’occasione per dare delle veloci pennellate su temi “contigui”, anch’essi ancora attualissimi. Grazie dell’attenzione e buona lettura. Enrico La Rosa Le donne algerine 28 luglio 2013 By Enrico La Rosa Gli articoli scritti dalla brava Deborah Nancy Simeone sulla scrittrice franco-algerina Assia Djebar ci danno lo spunto per qualche riflessione assolutamente personale che scaturisce da una lunga ricognizione

Read more »

La Libia è stanca

11 Dicembre 2018
By
La Libia è stanca

Verso una “sirianizzazione” del paese? Strane e convergenti manovre: Il nostro governo, designato e delegato da Trump, ne è al corrente? di Luigi R. Maccagnani Si registra negli ultimi giorni una strana e non chiara manovra di forze paramilitari attorno alla Libia. Dietro di esse, insistente, l’ombra di Usa, Russia e probabilmente di qualchedun altro. E il governo italiano ne è a conoscenza? La Conferenza di Palermo, il 12-13 novembre scorso, è stata considerata dai più come “inutile”. Certo, le ripetute riunioni organizzate dai paesi occidentali –Emirati, Francia (3 volte), Italia- che hanno visto riuniti vari rappresentanti istituzionali libici, da Serraj a Haftar, dall’ HoR all’Alto Consiglio di Stato (HCS, re GNA), hanno sempre avuto risultati modesti e non risolutivi per la Libia. Nel corso degli ultimi eventi, l’unico impegno formalmente assunto dalle parti è stato quello di rispettare la volontà popolare eventualmente emersa da nuove elezioni, assumendo che possano essere tenute in condizioni di sicurezza da consentire un’ampia partecipazione degli aventi diritto. (Si ricorda che alle prime elezioni, nel 2012, partecipò l’82% mentre in quelle del 2014 –quando la situazione era precipitata- poco più del 18%!). Durante la Conferenza di Palermo è emerso tuttavia un altro dato, che pare

Read more »