Posts Tagged ‘ Terrorismo ’

Minaccia del terrorismo dal Nord Africa

22 marzo 2011
By

di Marco Lombardi www.itstime.it marco.lombardi@unicatt.it 21 marzo 2011 Prima Gheddafi poi Putin definiscono l’intervento in Libia una “crociata”, utilizzando così  un pericoloso vocabolario qaedista che ha sempre legittimato gli interventi terroristici del  jihadismo radicale. Da Gheddafi è comprensibile. Da Putin meno, anche se lo si legge  nell’ambito della campagna politica per le prossime presidenziali e a supporto delle tesi al  riarmo russo per arginare l’interventismo americano.   In ogni caso, sono questi gli atteggiamenti che portano a incrementare il rischio di  attentati terroristici nei paesi dell’Alleanza fornendo la giustificazione che può muovere  lone wolf e self starter. Infatti, la sicuramente pressione migratoria in crescita dalle coste  occidentali, non giustifica un allarme attacco terrorismo quanto possono invece fare  affermazioni che offrono motivazioni alle imprese solitarie. Ricordiamo che nella medesima area africana abbiamo la presenza di AQIM Al Qaeda nel  Maghreb: si tratta di un gruppo capace, che ha dimostrato di colpire con efficacia in  Algeria, Morocco, Tunisia, Mali, Mauritania. Nelle recenti faccende Nord Africane è  sempre entrato con qualche ritardo rispetto alla sua nota “pro-attività”, in eventi passati,  ma sempre a supporto delle popolazioni in rivolta. Probabilmente il ritardo può leggersi  come frutto ad alcuni dissapori interni nella leadership: la minaccia

Read more »

Le paure dell’occidente e l’onda di rivolta attuale

4 marzo 2011
By
Le paure dell’occidente e l’onda di rivolta attuale

   L’articolo seguente è stato pubblicato sul sito di al Jazeera, la nota emittente televisiva. L’articolo è di particolare interesse in quanto l’autore, Robert Grenier, è un ex agente dei servizi segreti statunitensi, in particolare della C.I.A., con una vasta esperienza quale direttore del CTC (Counter Terrorism Center) dal 2005 al 2006, oltre ad avere operato nel mondo islamico. Secondo il Washington Post e il Sunday Times , Grenier lasciò l’Agenzia statunitense per contrasti interni sulla conduzione della guerra al terrorismo dichiarata da George W. Bush a seguito dei fatti dell’11 settembre 2001. Come riportato dal Sunday Times, un suo famoso predecessore, Vincent Cannistraro, avrebbe sostenuto che il motivo del licenziamento sarebbe da ricercarsi nell’opposizione a pratiche dure di interrogatorio di sospetti e nell’opposizione al programma di prigioni segrete e “renditions”. Nel corpo dell’articolo Grenier attribuisce all’amministrazione Bush la responsabilità di aver condotto una guerra al terrorismo, senza voler guardare a origini e cause del terrorismo stesso, con risultati che si sono rivelati controproducenti. Secondo l’autore, (con cui sono pienamente d’accordo), solo una democratizzazione delle aree del Medio Oriente e dell’intero mondo Islamico, scaturente dai bisogni interni, ma aiutato dalle potenze esterne occidentali, potrà porre termine al terrorismo stesso, invertendo

Read more »