Posts Tagged ‘ Acqua ’

Acqua e pace in Medio Oriente

15 ottobre 2011
By
Acqua e pace in Medio Oriente

di Patrizia E. Cipollone e Ferruccio di Paolo Il Medio Oriente è una zona estremamente arida, terreno di dispute ideologiche, religiose, geografiche. Una regione in cui l’approvvigionamento idrico ha avuto evidenti implicazioni strategiche, una terra dove la scarsità d’acqua aumenta anche a causa della siccità e dove tutti si chiedono come riusciranno a soddisfare i bisogni dovuti all’aumento della popolazione, a quello drammatico della domanda d’acqua per uso civile, irrigazione, energia e consumi industriali al fine di garantire un futuro alle nuove generazioni. Israele, Palestina, la Striscia di Gaza, la Cisgiordania ovvero il problema delle acque del bacino fluviale del Giordano è uno dei nodi cruciali attuali nei rapporti tra Israeliani e Palestinesi. “Acqua e pace in Medio Oriente”, convegno promosso da Federutility, dal Gruppo Iren e dal Comune di Genova si è svolto a Genova il 6 settembre scorso. Un incontro con molte aspettative, all’interno del quale si sono succeduti relatori altamente qualificati ai quali Federutility ha chiesto di esporre la propria posizione: M. D’Ascenzi, Vice presidente delegato di Federutility; Marta Vincenti, Sindaco di Genova; G. Guerello Presidente Consiglio Comunale di Genova; Sabri Ateyeh, Ambasciatore delegato Generale della Palestina in Italia; Lyronne Bar-Sadh, Vice ambasciatore dell’ambasciata di Israele in

Read more »

Guerra e diplomazia per l’acqua: il caso del Nilo

4 giugno 2011
By
Guerra e diplomazia per l’acqua: il caso del Nilo

di Elisa Bertacin Negli ultimi anni, ed in special modo, negli ultimi mesi, si è sentito parlare quasi quotidianamente di “guerra”: guerre per l’indipendenza, guerre per l’autodeterminazione, guerre contro regimi secolari, guerre contro il terrorismo, guerre religiose, guerre per le risorse energetiche, guerre informatiche e guerre commerciali. Pochi sono consapevoli che, in molti casi, stati, popoli e nazioni combattono per la risorsa naturale principale: l’acqua, di vitale importanza. Attualmente si contano nel mondo circa 300 “idroconflitti” (potenziali o reali), la cui pericolosità viene spesso sottovalutata. Non bisogna, infatti, trascurare che questa tipologia di guerra è particolarmente preoccupante, data l’assenza di vincoli politici, sociali ed ideologici. L’acqua potrebbe trasformarsi da oggetto della contesa a strumento “diplomatico” della stessa. Insomma, paradossalmente, cause e soluzioni di un conflitto potrebbero fondersi in un tutt’uno. Infatti, se da un lato la crescente pressione antropica fa sentire sempre più il peso della “scarsità idrica”, dall’altro, un’equa (o perlomeno mutualmente concordata) amministrazione della risorsa potrebbe gettare ponti diplomatici e di dialogo pacifico tra gli Stati coinvolti. La zona più a rischio è quella della fascia nordafricana-mediorientale: si ricorderà che tra i fattori di esasperazione del contrasto tra israeliani e palestinesi ci sono anche le problematiche relative ad

Read more »

La fine di Oussama Ben Laden, compiacimento e scetticismo

2 maggio 2011
By
La fine di Oussama Ben Laden, compiacimento e scetticismo

di Enrico La Rosa Ci asteniamo, per il momento, da speculazioni sulle contiguità dei servizi pakistani, sulla incredibile vicinanza della residenza di Bin Laden alla capitale Pakistana, da ovvie espressioni di sollievo per l’eliminazione di un personaggio così crudele, sulla vera identità dell’ucciso, sul possibile colpo di coda del terrorismo internazionale decapitato, sulla vendetta consumata, sull’avvenuta eliminazione del terrorista più pericoloso. Sono considerazioni già emerse nel nostro intimo, che stanno riempiendo le cronache dei giornali e che popoleranno i talk-show di tutto il mondo per chissà quanto tempo. Preferiamo spostare il campo delle considerazioni su un diverso piano, esprimendo, probabilmente, considerazioni più banali e meno condivisibili. Il primo brivido lo abbiamo provato ascoltando il comunicato ufficiale, che racconta degli Stati Uniti che hanno «ucciso» Bin Laden. E questo è per chi scrive motivo di forte disagio. Ma, poi, esaurito il moto di piacere e di compiacimento per l’avvenuta eliminazione del mostro, non abbiamo potuto non pensare che il mostro esisterà sempre, quale che sia il suo nome, la sua identità, la sua origine, i suoi obiettivi. Il male non cesserà mai di esistere ed i suoi autori saranno tanto più agguerriti quanto più discutibili saranno gli strumenti del bene. Si

Read more »

Acqua e cambiamenti climatici nel Mediterraneo

1 marzo 2011
By
Acqua e cambiamenti climatici nel Mediterraneo

Tratto da “L’altracqua”  – La newsletter dell’Associazione Idrotecnica Italiana WASSERMed, (Water Availability and Security in Southern EuRope and the Mediterranean) è il progetto che nell’ambito del Settimo Programma Quadro della Commissione Europea analizza gli attuali e futuri cambiamenti climatici indotti nei bacini idrografici nell’area del Mediterraneo. A Cagliari, dal 31 gennaio al 3 febbraio 2011 si è svolto il primo meeting annuale. Le aree collocate nelle regioni mediterranee dell’Europa Meridionale, del Nord Africa e del Medio oriente sono scenario di crescenti momenti di difficoltà legati alle risorse idriche e alle piogge, situazione che mostra effetti negativi su agricoltura e il turismo due importanti settori dell’economia di quei luoghi con implicazioni dal punto di vista ambientale e sociale su scala sia locale che nazionale. La ricerca, a carattere multidisciplinare, analizza questi fattori per i quali è atteso un aggravamento come esito dei cambiamenti climatici. L’indagine ha l’obiettivo di valutare gli impatti e proporre soluzioni tecnologiche e progetti di gestione che possano attenuare la portata di tali rischi. Il progetto WASSERMed, che è coordinato dal Cmcc – Centro euro mediterraneo per i cambiamenti climatici- e vede coinvolti istituti di ricerca e istituzioni dei paesi europei e del bacino Mediterraneo ( lista completa

Read more »