Le paure dell’occidente e l’onda di rivolta attuale

4 marzo 2011
By
Le paure dell’occidente e l’onda di rivolta attuale

   L’articolo seguente è stato pubblicato sul sito di al Jazeera, la nota emittente televisiva. L’articolo è di particolare interesse in quanto l’autore, Robert Grenier, è un ex agente dei servizi segreti statunitensi, in particolare della C.I.A., con una vasta esperienza quale direttore del CTC (Counter Terrorism Center) dal 2005 al 2006, oltre ad avere operato nel mondo islamico. Secondo il Washington Post e il Sunday Times , Grenier lasciò l’Agenzia statunitense per contrasti interni sulla conduzione della guerra al terrorismo dichiarata da George W. Bush a seguito dei fatti dell’11 settembre 2001. Come riportato dal Sunday Times, un suo famoso predecessore, Vincent Cannistraro, avrebbe sostenuto che il motivo del licenziamento sarebbe da ricercarsi nell’opposizione a pratiche dure di interrogatorio di sospetti e nell’opposizione al programma di prigioni segrete e “renditions”. Nel corpo dell’articolo Grenier attribuisce all’amministrazione Bush la responsabilità di aver condotto una guerra al terrorismo, senza voler guardare a origini e cause del terrorismo stesso, con risultati che si sono rivelati controproducenti. Secondo l’autore, (con cui sono pienamente d’accordo), solo una democratizzazione delle aree del Medio Oriente e dell’intero mondo Islamico, scaturente dai bisogni interni, ma aiutato dalle potenze esterne occidentali, potrà porre termine al terrorismo stesso, invertendo

Read more »

The young revolution in Middle East

2 marzo 2011
By
The young revolution in Middle East

By Hind Aboud Kabawat Hind Kabawat with Sheikh Ahmed Hassoun, Syria’s Grand Mufti and Rabbi Marc Gopin, Professor of World Religions, Diplomacy and Conflict Resolution at George Mason University L’articolo sotto riportato è di Hind Kabawat, professoressa ed avvocato di Damasco, personaggio di spicco della cultura siriana (http://www.hindkabawat.com). L’articolo è stato scritto prima degli avvenimenti libici, nel pieno dell’ondata di proteste e rivolte che ha incominciato a segnare una volontà di cambiamento nelle società arabe. E’ importante disporre di una visuale degli avvenimenti interna al mondo arabo, originata da un’esponente di una Nazione che rappresenta, insieme all’Egitto, uno dei centri di cultura e laboratorio di idee più importanti dell’intero mondo arabo. Quello che l’articolo mette in evidenza è il forte impatto sugli avvenimenti odierni da parte dei giovani che cercano un futuro sostenibile. Preparati ad usare gli strumenti informatici in maniera molto diversa dalla maggior parte dei coetanei occidentali, esposti al rischio di aggirare i divieti delle autorità che cercano di limitare l’accesso ai contenuti di internet, i giovani dell’area araba e medio orientale, più acculturati rispetto alle generazioni passate, costituiscono nella loro stragrande maggioranza un movimento spontaneo che può decisamente influire sullo sviluppo dell’intera area, considerata anche la giovane

Read more »

Acqua e cambiamenti climatici nel Mediterraneo

1 marzo 2011
By
Acqua e cambiamenti climatici nel Mediterraneo

Tratto da “L’altracqua”  – La newsletter dell’Associazione Idrotecnica Italiana WASSERMed, (Water Availability and Security in Southern EuRope and the Mediterranean) è il progetto che nell’ambito del Settimo Programma Quadro della Commissione Europea analizza gli attuali e futuri cambiamenti climatici indotti nei bacini idrografici nell’area del Mediterraneo. A Cagliari, dal 31 gennaio al 3 febbraio 2011 si è svolto il primo meeting annuale. Le aree collocate nelle regioni mediterranee dell’Europa Meridionale, del Nord Africa e del Medio oriente sono scenario di crescenti momenti di difficoltà legati alle risorse idriche e alle piogge, situazione che mostra effetti negativi su agricoltura e il turismo due importanti settori dell’economia di quei luoghi con implicazioni dal punto di vista ambientale e sociale su scala sia locale che nazionale. La ricerca, a carattere multidisciplinare, analizza questi fattori per i quali è atteso un aggravamento come esito dei cambiamenti climatici. L’indagine ha l’obiettivo di valutare gli impatti e proporre soluzioni tecnologiche e progetti di gestione che possano attenuare la portata di tali rischi. Il progetto WASSERMed, che è coordinato dal Cmcc – Centro euro mediterraneo per i cambiamenti climatici- e vede coinvolti istituti di ricerca e istituzioni dei paesi europei e del bacino Mediterraneo ( lista completa

Read more »

IL PUNTO: da Il sole 24 ore

28 febbraio 2011
By

  IL SOLE 24 ORE: Libia, dalle proteste alla guerra civile. Cronologia della crisi Questa la sequenza degli ultimi eventi in Libia dopo l’inizio delle proteste senza precedenti contro il regime del colonello Gheddafi, al potere da oltre 40 anni. IL SOLE 24 ORE: A che punto sono le rivoluzioni? Breve atlante ragionato delle rivolte tra Nordafrica e Medio oriente� Cartina ragionata IL SOLE 24 ORE: A che punto sono le rivoluzioni? Breve atlante ragionato delle rivolte tra Nordafrica e Medio oriente Articoli Scarica l'articolo in formato PDF

Read more »